COVID-19: il superamento della fase di emergenza

door-g79b9daab5_1280_900x400.png

Come già noto, la fine dello stato di emergenza è stata fissata al 31 marzo 2022 e il 25 Marzo è entrato in vigore il Decreto Legge 24 marzo 2022, n. 24 che introduce alcune disposizioni per il superamento delle misure di contrasto al Covid-19.

Vediamo di seguito e nel dettaglio le importanti novità introdotte.

Obbligo di mascherine

Negli ambienti al chiuso in cui si tengono spettacoli e sui mezzi di trasporto pubblico rimane l’obbligo di indossare la mascherina FFP2 fino al 30 Aprile 2022. In tutti gli altri luoghi al chiuso, compresi i luoghi di lavoro, saranno invece sufficienti le mascherine chirurgiche. Gli unici esentati da tali disposizioni sono i bambini di età inferiore ai 6 anni, le persone con patologie o disabilità incompatibili con l’uso della mascherina e i soggetti che stanno svolgendo attività sportiva. L’obbligo di indossare la mascherina chirurgica al chiuso inoltre non sussiste “quando, per le caratteristiche dei luoghi o per le circostanze di fatto, sia garantito in modo continuativo l'isolamento da persone non conviventi.”

Green Pass

Dal 1° al 30 Aprile 2022 sarà sufficiente essere in possesso di un green pass base (ottenibile anche con tampone) per accedere a mense, concorsi pubblici, corsi di formazione e competizioni sportive che si svolgono all’aperto nonché per la partecipazione del pubblico a spettacoli e per l’utilizzo di mezzi di trasporto quali aerei, treni, ecc.

Nello stesso periodo sarà ancora necessario il green pass rafforzato (da vaccinazione o guarigione) per accedere a bar e ristoranti al chiuso, piscine, palestre, spettacoli ed eventi sportivi al chiuso.

L’obbligo di green pass rafforzato per accedere a RSA e strutture socio-assistenziali permane invece fino al 31 dicembre 2022

Luoghi di lavoro

Dal 1° aprile sarà possibile per tutti, compresi gli over 50, accedere ai luoghi di lavoro con il Green pass base per il quale dal 1° maggio verrà eliminato l’obbligo.
 Restano tuttavia validi gli obblighi vaccinali previsti nelle precedenti normative fino al 31 dicembre 2022 per i lavoratori impiegati in strutture residenziali, socio-assistenziali e socio-sanitarie e fino al 15 giugno 2022 per tutti gli altri (es. docenti, over 50, ecc).

Gestione casi positivi

Dal 1° Aprile 2022 rimarrà in isolamento solamente chi avrà un tampone positivo.

Non sarà più necessaria la quarantena preventiva per i contatti stretti di persona positiva, indipendentemente dall’essersi sottoposti o meno a vaccinazione.

In quest’ultimo caso sarà necessario però indossare la mascherina FFP2 per 10 giorni dal contatto con soggetti confermati come positivi e sottoporsi a tampone con le seguenti modalità:

  • alla prima comparsa dei sintomi
  • se ancora sintomatici, al quinto giorno successivo alla data dell’ultimo contatto.

Restano invariate le modalità di isolamento previste in precedenza per le persone positive al COVID:

  • per i non vaccinati o i vaccinati da più di 120 giorni e per i guariti da più di 120 giorni, l’isolamento dura 10 giorni
  • per i vaccinati con terza dose o che hanno completato il ciclo vaccinale da meno di 120 giorni e per i guariti da meno di 120 giorni, l’isolamento dura 7 giorni.
  • è sempre necessario un tampone antigenico o molecolare negativo per concludere il periodo di isolamento

Si attendono invece delucidazioni per quanto riguarda la rilevazione della temperatura all’accesso in azienda in quanto ad oggi non ci sono ancora aggiornamenti.

 

Tags: GRUPPO ALTEA

Copyright © 2018 GRUPPO ALTEA - Tutti i diritti riservati - Credits

Privacy Policy Cookie Policy